LE ATTIVITA’ RIABILITATIVE

ATTIVITÀ RIABILITATIVE MULTIDISCIPLINARI

PSICOTERAPIE

Parte fondamentale del progetto terapeutico sono le attività riabilitative articolate nel programma quotidiano di comunità.

Le attività nascono soprattutto dall’esigenza di restituire al paziente in cura le abilità cognitive-manuali-espressive-relazionali-emotive, psicomotorie, residue e/o non più stimolate, nel rispetto delle reali risorse individuali. In virtù di tale assunto, le nostre attività sono diversificate e individualizzate per essere fruibili e di senso all’utente, a seconda delle caratteristiche e del tipo di disturbo.

Esse si propongono dunque di raggiungere gli obiettivi “possibili”, esplicitati nel progetto terapeutico-riabilitativo di ciascun paziente, specifico e mirato. Tutte le attività proposte, da quelle di gruppo con finalità prettamente psicoterapeutiche, alle altre finalizzate allo sviluppo delle autonomie funzionali e relazionali, sono multidisiplinari e si intersecano tra di loro nell’ ottica della multifunzionalità. Alcune sono propedeutiche alle altre in un continuum che sfocia nel lavoro ultimo come prodotto finale:

Realizzazione di Spettacoli teatrali, stesura del giornalino “Bollettino Cerebrale” e raccolta di fiabe scritte dai pazienti, preparazione e mostra dei prodotti tutti realizzati a mano durante i laboratori di seguito descritti: culinari, artistici, artigianali, sartoriali… mostre pittoriche, mostre fotografiche a tema.

 I laboratori per il recupero delle seguenti abilità:
Casa di riposo con giardino
aree comuni pazienti
Abilità manuali , che coinvolgono naturalmente anche le funzioni psichiche superiori

 ● Laboratorio di “Manutenzione Ambientale, (stimolare la cooperazione del lavoro di squadra, migliorare il livello di prestazione ottimale).

● Laboratorio Artigianale, (sviluppare la creatività, favorire il contatto emotivo con se stessi attraverso la manipolazione).

● Laboratorio Artistico,(stimolare la motricità fine della mano, il riconoscimento delle posizioni nello spazio, acquisire tecniche elementari del colore, favorire la capacità di concentrazione-osservazione).

● Laboratorio Tessile (attraverso l’insegnamento delle riparazioni sartoriali e creazione di capi, stimolare le abilità tecniche, di fantasia e creatività).

Abilità Cognitive

● Laboratorio di Informatica (favorire l’acquisizione tecnica, valorizzare i propri successi, riconoscere i limiti attraverso un’autovalutazione guidata)

● Laboratorio di informatica interattivo di base (per pazienti a basso funzionamento)

● Laboratorio di Lettura e scrittura (favorire la verbalizzazione e la condivisione delle emozioni, favorire i processi cognitivi attraverso il ragionamento concettuale e l’integrazione del processo del pensiero con quello del linguaggio, incrementare le abilità di scrittura in un atteggiamento mentale meno autoreferenziale incrementare le capacità introspettive)

● Gruppo “Scrittura fiabe” (favorire la fantasia e la creatività in un processo di apprendimento finalizzato all’educazione socio-affettiva e socio-emozionale)

● Lettura quotidiana del giornale (avvicinare i pazienti alla contemporaneità, formando e incrementando un approccio corretto all’informazione)

● Attività Multidisciplinare (trattare tematiche di interesse culturale al fine di incrementare interessi sociali, stimolare risorse cognitive, attenzione, concentrazione)

● Attività ludica ( attraverso il gioco simbolico, funzionale, di regole, stimolare l’attivazione delle capacità attentive ed espressive)

● Problem Solving ( stimolare il raggiungimento di obiettivi personali semplici e realistici, stimolare l’efficacia nella risoluzione dei problemi discussi)

Abilità cognitivo-emotive

● Gruppo di “Mentalizzazione”,( promuovere la capacità di comprensione, comunicazione ed espressione degli stati mentali propri e altrui e di quelli emotivi, promuovere l’empatia, promuovere la capacità di esprimere e canalizzare l’emozionalità in attività di gruppo, rinforzare il controllo degli impulsi, migliorare la gestione degli stati ansiosi, promuovere il supporto reciproco.

● Gruppo “Fiabe”, (stimolare l’attività fantasmatica, accedere a tematiche conflittuali pregresse in un clima di sicurezza al fine di armonizzare pulsioni contrastanti, acquisire abilità emotive

●Psicodramma,(stimolare la creazione di uno spazio psichico contenitivo, individuare i nuclei del disagio e rielaborarli attraverso l’azione, liberare le energie inibite e represse

● Musicoterapia (la ricezione sonora e musicale promuove la capacità di esprimere e canalizzare l’emozionalità e le capacità cognitive come l’attenzione, la percezione e l’analisi attraverso il linguaggio non verbale e paraverbale utilizzando esercizi psicocorporei, ballo, tecniche di visualizzazione ed immagini guidate)

● Disegno Libero,( sviluppare e stimolare potenzialità psico-emotive latenti, valorizzare canali comunicativi alternativi)

● Laboratorio fotografico, (acquisizione tecnica, favorire l’ampliamento delle risorse emotive e cognitive, sviluppare l’empatia attraverso le immagini)

● Cineforum, (sviluppare le capacità comunicative e argomentative incoraggiando la discussione e il confronto, permettere il rispecchiamento e la discussione dei vissuti emotivi, favorire l’abilità di cogliere i messaggi superficiali e profondi)

● Teatro (individuare e incrementare il livello delle risorse funzionali di base di ognuno per la costruzione della scenografia, sceneggiatura, personaggio, stimolando le capacità espressive, di conversazione, emotive, relazionali. Educare alla memorizzazione e all’interpretazione aiutando il paziente a gestire gli stati ansiosi endogeni e di prestazione.

Abilità psicomotorie e di coordinamento

● Attività sportiva (migliorare la senso-percezione, la prestazione fisica, incrementare le relazioni e lo spirito di squadra con la fiducia e il sostegno reciproco basilari nel gioco in team, far accettare la vittoria e la sconfitta per migliorare l’autostima, stimolare l’apprendimento delle regole, migliorare la qualità della vita dal punto di vista psicofisico)

● Psicomotricità (migliorare le insufficienze motorie quali l’equilibrio, la postura, gli schemi motori di base e i movimenti più complessi integrando in modo armonico, attraverso le tecniche utilizzate, gli aspetti motori, senso-percettivi, affettivi, relazionali e cognitivi)

● Espressamente (acquisire tecniche per stimolare l’espressività motoria-corporea-emozionale)

Abilità per le autonomie e la risocializzazione

● Cura del Sé e degli spazi di vita comune

● Educazione all’acquisto (promuovere l’autonomia personale, imparare a gestire le proprie risorse economiche, imparare a soddisfare i propri bisogni in modo congruo)

● Laboratorio di Cucina, (acquisire le abilità, l’ autonomia gestionale e le competenze)

● Lavori intra ed extraresidenziali (aiutare a individuare la rete di servizi sul territorio)

● Corsi di formazione esterni

● Partecipazione a uscite organizzate o individuali (sollecitare a prendere i mezzi di trasporto in autonomia)

Attività per la promozione del benessere psicofisico

● Gruppo benessere (acquisire le conoscenze relative ai principi nutrizionali per uno stile di vita sano)

 
Share by: